Teatro Rigodon | Teatro
18859
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-18859,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
grafica_5
teatro

TEATRO RIGODON –  Ideazione e gestione di progetti artistici, politici, e sociali.

Sede: Rocca Sinibalda (80 km a nord di Roma); fondato nel 2006 e diretto da Alessandro Cavoli.

Accanto alle produzioni di spettacoli il gruppo è attivo  intorno a progetti locali e internazionali legati a questioni sociali, all’integrazione e valorizzazione delle differenze, allo sviluppo di un’azione politica attraverso le competenze teatrali e sociali; alla formazione giovanile nel campo delle arti e delle nuove tecnologie.

Al centro della progettazione sta la visione dell’Europa come luogo mondiale di incontro di differenti culture; ricchezza dell’eredità e prospettive concrete attraverso la condivisione delle esperienze.

Accanto alle tradizionali arti performative teatro, danza, musica dal vivo, teatro rigodon sta sviluppando un processo attraverso le nuove tecnologie, video, realtà virtuale aumentata, stampanti 3d in grado di produrre costumi, scenografie, installazioni; un processo che involve l’attore e il gruppo tra tradizione e sperimentazione.

I progetti si sviluppano in un concreto contesto sociale, quello di un piccolo paese dell’entroterra italiano, che il teatro rigodon sta stimolando a procedere in una quadrupla prospettiva – temporale: tradizione e innovazione; e geografica: locale e  globale. La progettualità si sviluppa in collaborazione con attori territoriali, istituzioni italiane e in sinergia con una rete di partner europei (Francia, Germania, Grecia, Turchia, Portogallo, Irlanda, Svezia, Spagna, Inghilterra). Dal 2014 insieme a Rokka Village e Castello di Rocca Sinibalda gestisce il Festival internazionale CASTELLO DEI DESTINI INVENTATI.

Teatro antropologico;  prospettiva e memoria; il teatro greco nasce nell’ottica visionaria del doppio impiego del corpo, analisi di se attraverso l’altro, coesione e rinnovazione sociale;
il teatro come primario strumento pedagogico, politico. Al centro stava e sta l’attore, ovvero un uomo che con disciplina e conoscenza trasforma le proprie energie per essere efficace in una situazione di rappresentazione rivolta ad un pubblico di cittadini più o meno curiosi di veder rappresentate la propria forza e soprattutto la propria debolezza. Su questa prospettiva extratemporale  il gruppo continua a proporre il teatro, la propria visione del teatro, come uno dei mezzi più importanti per lo sviluppo del corpo individuale e del corpo sociale.

TEATRO RIGODON – Design and management of artistic, political and social projects.

Founded in 2006 and directed by Alessandro Cavoli. Headquarters: Rocca Sinibalda (80km from Rome).

 

Alongside shows’ production, the group is well active and reactive around local and international projects related to social issues, integration and embracing differences between people,
as well as pursuing the development of political action through theatrical and social skills and helping in youth education about arts and new technologies.

 

At the core of our projects there’s the vision of Europe as a global meeting place for different cultures.

 

Alongside the traditional performing arts (theatre, dance, live music), Teatro Rigodon is building a process through new technologies, video, virtual augmented reality, 3D printers to produce set designs and installations; a process that involves the actor and the team between tradition and experimentation.

 

The projects are developed in a concrete social context, that of a small Italian village in which Teatro Rigodon is trying to stimulate to proceed in a quadruple perspective – time: tradition and innovation; geography: local and global. Projectuality is developed in partnership with local actors, Italian institutions and in collaboration with a network of European partners (France, Germany, Greece, Turkey, Portugal, Ireland, Sweden, Spain, England). In 2014, along with Rokka Village and Rocca Sinibalda Castle, Teatro Rigodon manages the International Festival “CASTELLO DEI DESTINI INVENTATI”.

Anthropological theater; perspective and memory; the greek theater was born with a visionary perspective of the double use of the body, analysing oneself through the other, cohesion and social renewal; the theatre as a primary educational and political tool. At the core there was and there is the actor, a man with discipline and knowledge transforms his energies to be effective in a situation of representation addressed to an audience of citizens, more or less curious to see their strength and especially their weakness represented. On this extratemporal perspective Teatro Rigodon continues to offer to the people its vision of the theatre, as one of the most important means for the development of the individual and the social body.

persone